~ home page >> Trentino Alto Adige > Val di Non > San Romedio
San Romedio

.:. Trentino - Val di Non .:.

Santuario di San Romedio a Sanzeno in Val di Non


Isolato, solitario e austero il Santuario di San Romedio si trova sul cocuzzolo di uno sperone roccioso incombente sulla profonda forra del rio Romedio, nelle propaggini occidentali del monte Roen, in val di Non.
E' uno dei più noti e caratteristici edifici religiosi del trentino, un complesso architettonico formato da cinque chiese sovrapposte di epoca diversa, un chiostro/cortile rinascimentale ed edifici del piccolo convento francescano.
La chiesetta più antica è quella sulla cima del torrione roccioso, alto un centinaio di metri, voluta dall'eremita Romedio che qui si ritirò in preghiera attorno all'anno 1000, dove venne seppellito in un anfratto roccioso e dove si trovano le sue reliquie.
Sotto la più ampia Chiesa Maggiore del XVI secolo e sotto ancora le cappelle di San Michele, di San Giorgio ed infine dell'Addolorata, voluta quale ringraziamento per la fine della grande guerra '15'18.
Tutto il complesso è collegato da una ripida scalinata, con stazioni della Via Crucis e tappezzata da preziosi ex voto alcuni molto antichi e preziosi.
Dietro la chiesetta primitiva un balcone coperto permette l'affaciarsi sul vertiginoso abisso della gola.
Il complesso è stato recentemente restaurato in maniera esemplare. Le chiese superiori mantengono tutti i colori e gli odori del tempo, restituendoci appieno tutto il fascino e la bellezza delle cose antiche.

L'eremita Romedio era il ricco signore di Thaur, presso Innsbruck, che nel corso del pellegrinaggio a Roma decise di lasciare tutti i possedimenti alla chiesa e ritirarsi in meditazione e preghiera in questo luogo selvaggio.
Visse in completa povertà e austerità, con alcuni fedelissimi, negli anfratti rocciosi dove ora si trova la primitiva chiesetta edificata dai discepoli alla sua morte.
Fin da subito la fama di santità raggiunse numerosi pellegrini, provenienti dalle varie lande imperiali, che facevano tappa in questo luogo prima di dirigere verso Roma, verso la Terra Santa o verso Santiago di Compostella, i luoghi del pellegrinaggio medioevale.

Leggenda vuole Romedio intento a recarsi a Trento dal Vescovo Vigilio, un orso stava assalendo il cavallo quando il Santo ordinò a un suo giovane discepolo di sellare l'animale. L'orso improvvisamente divenne mansueto e il Santo potè recarsi a Trento cavalcando il selvaggio animale.

Nel 1958, a memoria della leggenda, il senatore conte Gian Giacomo Gallarati Scotti, membro fondatore del WWF, donò al monastero un vecchio orso di un circo, altrimenti destinato alla morte. Da allora vengono allevati in un grande recinto accanto al santuario alcuni orsi bruni.

Il santuario si raggiunge da Sanzeno in Val di Non per una stradina che s'insinua per un paio di chilometri nella profonda gola. Al termine un parcheggio già in vista del torrione roccioso del santuario.
Una ripida scalinata permette di salire all'eremo, in alternativa (anche per le auto di disabili) una ardita stradina asfaltata raggiunge il piccolo piazzale del santuario.

Molto consigliabile una bellissima e affascinante passeggiata partendo dal centro del paese di Sanzeno.
Si può percorrere il fondo del canyon, lungo la stradina asfaltata (qualche auto), e tornare affrontando l'ardito sentiero scavato a mezzacosta della parete rocciosa.
Lo scavo è ciò che rimane dell'opera di un acquedotto per scopi irrigui costruito nel 1863 dalla locale famiglia De Widmann. Non vi sono difficoltà, il percorso è praticamente pianeggiante, tuttavia molto esposto sulla gola ma protetto da robusta palizzata di legno e bisogna prestare attenzione alla bassa volta rocciosa.
Attenzione : nel periodo invernale il percorso viene solitamente chiuso per motivi di sicurezza (sassi, ghiaccio) e ripristinato in primavera.
Nei pressi di Sanzeno si trova l'interessante, moderno, Museo Retico Archeologico di Sanzeno, dal quale si può raggiungere il sentiero dell'acquedotto.
Santuario di San Romedio in Val di Non
Santuario di San Romedio in Val di Non Santuario di San Romedio in Val di Non Santuario di San Romedio in Val di Non Santuario di San Romedio in Val di Non Santuario di San Romedio in Val di Non Santuario di San Romedio in Val di Non Santuario di San Romedio in Val di Non Santuario di San Romedio in Val di Non Santuario di San Romedio in Val di Non Santuario di San Romedio in Val di Non Santuario di San Romedio in Val di Non Santuario di San Romedio in Val di Non Santuario di San Romedio in Val di Non Santuario di San Romedio in Val di Non Santuario di San Romedio in Val di Non Santuario di San Romedio in Val di Non Santuario di San Romedio in Val di Non Santuario di San Romedio in Val di Non Santuario di San Romedio in Val di Non Santuario di San Romedio in Val di Non Santuario di San Romedio in Val di Non Santuario di San Romedio in Val di Non Santuario di San Romedio in Val di Non Santuario di San Romedio in Val di Non Santuario di San Romedio in Val di Non Santuario di San Romedio in Val di Non Santuario di San Romedio in Val di Non Santuario di San Romedio in Val di Non Santuario di San Romedio in Val di Non Santuario di San Romedio in Val di Non Santuario di San Romedio in Val di Non Santuario di San Romedio in Val di Non